Dopo un avvio di campionato incerto in trasferta a Catania (finito 55 a 22 in favore degli etnei), i Mida Achei Crotone cercano il riscatto nella prima partita “casalinga” di questo campionato, ospitando gli Eagles United Palermo, società nata l’anno scorso dalla fusione dei team storici di Palermo: i Cardinals e gli Sharks.

Wayne Jacobs, Offensive Coordinator: “Sono stati tanti gli aspetti positivi che sono venuti fuori dalla partita contro Catania, soprattutto con i nostri giocatori più giovani. Abbiamo iniziato la partita con 8 rookies ed ognuno di loro ha giocato in modo ammirevole. Ora che hanno un po’ di esperienza in più, li sto sfidando ad elevarsi ad ogni partita. In attacco dobbiamo sicuramente migliorare l’esecuzione, non ci sono dubbi in merito. Questo comincia dai nostri Quarterback, entrambi autori di una buona prestazione nella week1, ai quali chiediamo di dare di più. I ricevitori hanno avuto qualche attimo di nervosismo ad inizio partita ma poi si sono subito ripresi. Abbiamo bisogno che loro si facciano trovare pronti ad ogni singola azione. La nostra giovanissima linea offensiva ha giocato bene ma certamente abbiamo bisogno di migliorare nel run-game.  Sono veramente orgoglioso dei nostri ragazzi che hanno mostrato caparbietà ed orgoglio, rappresentando lo scudetto che portano sul cuore con classe e coraggio. Ora è il momento di costruire qualcosa. Con qualche infortunio chiave in entrambi i lati della palla abbiamo bisogno che più di qualcuno faccia un passo avanti, che sia leader e faccia delle grandi azioni. Sono sicuro che gli Achei risponderanno all’appello!”

Una stagione che si sta rilevando estremamente impegnativa per gli Achei che, oltre a doversi far carico di tutti gli impegni organizzativi ed economici per il rispetto del Protocollo Covid della Federazione con screening continui per atleti, dirigenti e coaching staff da effettuare prima di ogni incontro, devono fare i conti con la situazione di inagibilità degli impianti sportivi Crotonesi. A causa di tale situazione la società sta affrontando i costi per condurre gli allenamenti presso strutture sportive private, a ciò si aggiunge che le partite casalinghe di campionato sono state spostate preso il campo Sportivo Curto di Catanzaro Lido, anche qui con costi e disagi non indifferenti. Quanto sopra è una sconfitta per l’intero mondo sportivo Crotonese con un’Amministrazione Comunale che ancora oggi , dopo mesi dal termine della gestione commissariale, non ha ritenuto che sia fra le proprie priorità quella di dare un assetto sostenibile all’utilizzo delle infrastrutture sportive Comunali. Gli Achei, per cercare di riportare il proprio sport nella giusta e dignitosa collocazione , hanno inoltre chiesto all’Amministrazione Comunale l’utilizzo dello stadio Ezio Scida, unico campo con misure regolamentari in esercizio in città, per la disputa degli incontri casalinghi nel periodo successivo al termine degli impegni della squadra di calcio e sono in attesa di una risposta che, però, tarda ad arrivare. Ci auguriamo che tale risposta possa essere positiva ed imminente al fine di riconoscere il valore sociale di società dilettantistiche come la nostra che, con tanti sacrifici, contribuiscono alla crescita di tanti giovani in un ambiente sano e formativo e che meritano la giusta attenzione da parte delle Istituzioni.

Delio Morandi, Vice Presidente Agg.: “Come se il roster particolarmente ristretto di quest’anno non fosse sufficiente, si aggiungono ulteriori difficoltà in questa stagione sportiva, questa volta di carattere logistico. Anche le partite casalinghe sono divenute per noi delle trasferte, dovendo disputare le gare a Catanzaro Lido. La gestione commissariale ha fatto terra bruciata sulla gestione degli impianti sportivi e la presente amministrazione comunale non è stata in grado di dare un impulso significativo per la ripresa quantomeno delle attività agonistiche all’interno delle strutture pubbliche. Il settore B, attualmente, versa in condizioni tali da non consentirne l’utilizzo e né ci sono altre strutture comunali che consentano la pratica del nostro sport. Auspichiamo che alla richiesta da noi protocollata oltre un mese fa per l’utilizzo dell’impianto Ezio Scida, l’amministrazione dimostri tutta la sua sensibilità al tema dello sport che è stata, tra le altre cose, forte oggetto di campagna elettorale. “

Francesco Caruso, Defensive Coordinator: “Alle giovani leve che si sono distinte chiedo di togliere tutto il loro coraggio fuori e di mettere in campo tutto ciò che hanno imparato finora. Oltre alle assenze dettate dalla “Covid-paura” ci si aggiungono gli infortuni dei pochi veterani. Ma la parola d’ordine è: darsi al massimo e fino all’ultimo secondo. Gli adjustment possibili sono Stati impiantati. Go Achei!”

Appuntamento virtuale, domenica 2 maggio dallo stadio Curto di Catanzaro Lido. Diretta Facebook all’ora dell’evento sulla pagina ufficiale degli Eagles United Palermo!

#GoAchei!